Archive for the ‘ATTIVITA'’ Category

h1

Di nuovo, viva la merenda

settembre 19, 2009

Invito ad associazioni, gruppi, famiglie…vuoi trascorrere una domenica pomeriggio in modo diverso? Vieni a trovarci nella nostra sede in Via Domenico Savio, 11 a Busto Garolfo (MI). Potremo gustare insieme una buona merenda.

merenda_02

Annunci
h1

EVVIVA LA MERENDA!

settembre 4, 2009

 

Chissà perché se si parla di merenda immediatamente arriva il buon umore. Forse perché noi grandi, che ormai la merenda non la facciamo quasi più, associamo ad essa dei momenti particolarmente felici della nostra vita. Ci riporta all’infanzia quando, tra un gioco e l’altro, arrivava puntualmente la bella michetta di pane, burro e zucchero, la marmellata o la buona fetta di torta fatta in casa…E poi, cresciuti, negli intensi pomeriggi di studio e di compiti, si spezzava il ritmo del lavoro con una buona tazza di tè e biscotti: era il momento per tirare un po’ il fiato, per perdersi via, per staccare la spina…

La merenda ha un suo fascino particolare: il pranzo o la cena possono non essere piacevoli, si può far fatica a vuotare il piatto, ma la merenda no! La merenda è fatta di cose buone, forse di cose che fanno gridare di scandalo gli alimentaristi, ma che, mentre riempiono la bocca, scaldando il cuore…

La merenda è una coccola vera e propria: ti rilassa e ti svaga.

La merenda avvicina molto all’idea di “essere a casa propria” di “essere a proprio agio”. Mentre si sta seduti con il piatto davanti ci si sente più amici.

Per noi la merenda è una vera e propria attività da proporre all’interno dell’Oasi. Sarebbe davvero brutto riempire la domenica pomeriggio di “lavoretti” o impegni che richiedono attenzione o disciplina. Quando una persona frequenta un Centro Diurno per tutta la settimana, mattina e pomeriggio, vuole, durante l’week-end, distrarsi e rilassarsi. Vuole magari stare un po’ davanti al televisore con una cioccolata in mano pensando ai fatti propri, oppure chiacchierare del più o del meno sorseggiando un bel bicchiere di aranciata. Tutti noi ci concediamo alcuni momenti così, perché i disabili non dovrebbero farlo?  E, poiché anche la trasgressione ha il suo fascino, a volte, un po’ di nascosto dai genitori, ci scappa anche un dito di birra o una punta di cucchiaio di limoncello…

Ed i genitori? E i volontari? …ah, l’aroma del caffè, la lattina di birra…Basta sedersi attorno ad un tavolo e si comincia a parlare e…arrivano le idee: si può continuare a lavorare per l’associazione contenti di farlo, dimenticandosi della fatica che comporta essere volontari e sentirsi criticati un po’ da tutti quando invece si credeva di ricevere un ringraziamento. E’ il bello della vita…è il riuscire a vedere il bicchiere mezzo pieno dopo che, bevendolo,  lo abbiamo fatto diventare completamente vuoto…

Evviva la merenda!

merenda

h1

Adozione a distanza

luglio 7, 2009

Poiché l’associazione crede nel valore della solidarietà che diventa concreta anche al di fuori del proprio confine territoriale, ha da tempo adottato a distanza un bambino disabile.

Alain vive in Cameroun ed è sordo, frequenta la scuola speciale di una Missione. Siamo particolarmente contenti di aiutarlo nel suo percorso scolastico, fornendogli solide basi per poter affrontare con dignità il suo futuro.

2013: Aggiornamento

Allain è cresciuto tanto. Frequenta sempre la scuola sordi e sia insegnanti che educatori si dicono soddisfatti del suo rendimento e del suo comportamento. Si sa, quandi i ragazzini crescono non è sempre facile tenerli sotto controllo e di tanto in tanto qualche marachella scappa. Questa sera è in programma una bella riunioncina durante la quale verranno un po’ tirate le orecchie ai maschetti! Va beh, di tanto in tanto ci vuole…

2012: Aggiornamento

Il ragazzino è cresciuto parecchio, me lo ricordo sempre quando era ancora un bambinetto nel 2008. Un giorno rientrando dal villaggio sono passata davanti al CWSDA (Centre d’Education Specialisè pour Deficients Auditifs), la scuola per bambini sordi, e mi sono fermata incuriosita a vedere che cosa stesse facendo Allain. Stava seduto ai piedi di un albero tutto indaffarato…aveva trovato un grillo e gli aveva fatto una tana e stava controllando che l’insetto non uscisse dalla sua nuova casa.

Da allora Allain è cresciuto, gioca sempre con i compagni, anche se non credo dia la caccia ai grilli per metterli in una casa di sua fabbricazione. Frequenta il CM2 ed ha risultati abbastanza buoni. Grazie all’ortofonia è riuscito a sviluppare un po’ il linguaggio orale e soprattutto riesce a capire ciò che gli si chiede, cercando di leggere il labiale.

Spero che queste poche informazioni possano farvi piacere…

———————————————————————————————- 

Gennaio 2011: aggiornamento

…Alain frequenta la scuola per sordi e quest’anno è iscritto ad una classe corrispondente alla nostra 4° elementare.. Ottiene buoni risultati e grazie al percorso di ortofonia e all’utilizzo della protesi sta migliorando anche le sue capacità di linguaggio. Attualmente, oltre alla lingua dei segni, è in grado di capire e di esprimersi in francese…

——————————————————————————————–

Aprile 2010: aggiornamento

“…I bambini proseguono il loro percorso scolastico…grazie per quanto fate per sostenere la Missione e i nostri bimbi. I progetti in corso sono tanti dall’alimentazione, ad ausili o apparecchi per bimbi non udenti, aiuti per bambini ammalati di AIDS. I bambini9 ospitati attualmente nel Centro sono 153 di cui 56 da 0 a 3 anni, 70 sordi ed il resto orfani. Nel mese di dicembre sono stati operati da chirurghi ortopedici italiani di Firenze 30 bambini quasi tutti con difficoltà agli arti inferiori. Oggi camminano quasi tutti e parecchi sono già tornati a casa, altri sono in procinto di finire il primo ciclo di riabilitazione. Per questi piccoli le spese sono state molte, si cerca di ripetere la stessa cosa tutti gli anni per dare speranza di un futuro migliore a tante piccole vite che per varie cause hanno dei problemi di deambulazione…Ancora un grazie grande”

adozioni_a distanzabandera-camerun

camerunCameroon8back

camerun-d24g

 

 

 

  

h1

Fondo solidale

luglio 7, 2009

Fondo: “Con te vinceremo tante partite”

Capita che per far fronte ai problemi della disabilità, le famiglie debbano avere a disposizione somme di denaro per necessità non previste. Allora che fare?

Il 13.3.1998 il Comune di Busto Garolfo, in collaborazione con il GPU, in occasione dell’intitolazione del Campo Sportivo Comunale all’illustre concittadino Roberto Battaglia, vincitore di un Olimpiade, organizzò una “Partita del cuore” il cui ricavato sarebbe stato convogliato nel fondo “Con te vinceremo tante partite”. Il Comune affidò poi il fondo al GPU che, ancora oggi lo gestisce mettendolo a disposizione degli associati che ne hanno necessità.

Il fondo ammonta, attualmente, a 8.000,00 € ed è possibile accedervi tramite richiesta supportata dai Servizi Sociali Comunali, a fronte, quindi, di effettive necessità. Si tratta di denaro in prestito (e che quindi dovrà poi essere restituito), ma al quale non si applica nessun tipo di interesse.

Il fondo si trova depositato presso il Credito Cooperativo di Busto Garolfo e Buguggiate sul c/c n° 0/19189/80.

euro

h1

Funzionamento del Centro

giugno 6, 2009

Momenti di apertura e funzionamento del centro

A prescindere dalle richieste che perverranno, il centro, che ha il suo ingresso in via San Domenico Savio, 11 a Busto Garolfo, sarà aperto almeno una volta alla settimana il venerdì sera.

Il centro “Oasi Verde” è aperto ogni venerdì sera ed ogni domenica pomeriggio.

Nei momenti di apertura è prevista l’accoglienza:

  • dei ragazzi disabili – che potranno essere custoditi in ambiente sereno e familiare per la serata
  • dei genitori – che potranno trovare le informazioni sul centro e sulla sua gestione o concordare particolari interventi
  • degli amici – che potranno accostarsi alla realtà dll’handicap per offrire collaborazione al progetto
h1

Gite e Feste

giugno 6, 2009

Particolarmente gradite ai disabili, le gite e le feste favoriscono l’integrazione con il territorio e diffondono la conoscenza dell’associazione.

Alcuni di questi momenti sono ormai tradizionali : pensiamo alla castagnata, alla lucciolata, alla grigliata, alla gita sulla neve o alla festa di Natale; ma la fantasia, come la nostra voglia di stare assieme, non ha limiti. Si moltiplicano così le iniziative.

gite

h1

Servizio Trasporti

giugno 6, 2009

 

Nel 2001 il Comune di Busto Garolfo informava l’associazione GPU che non avrebbe più provveduto ad offrire il trasporto gratuito per l’accompagnamento dei ragazzi presso il centro diurno per disabili. Di fronte alla prospettiva di utilizzare un servizio a pagamento organizzato dal Comune tramite una cooperativa, il GPU acquistava un pulmino attrezzato con sollevatore Oasi Bus e reclutava dei volontari come autisti. Il Comune stipulava con l’associazione una convenzione e metteva a disposizione, in qualità di accompagnatori, gli obiettori di coscienza in servizio presso l’ente.

Nel 2005 il GPU acquistava una macchina attrezzata Oasi Car ed ampliava il servizio rendendosi disponibile all’accompagnamento, su mandato dei Servizi Sociali del Comune, di minori presso centri riabilitativi.

Al momento vengono effettuati in modo continuativo trasporti verso sei centri diurni, un centro residenziale, la piscina comunale, i poliambulatori ospedalieri ed alcuni centri riabilitativi nonché verso una ditta per un inserimento lavorativo. In modo sporadico si utilizzano i mezzi per spostamenti durante le gite e si collabora con altre associazioni (es. UNITALSI e Croce Azzurra) rispondendo a richieste particolari.

Nel 2008 l’associazione ha partecipato al bando della Provincia di Milano “Un passaggio per te” ottenendo un contributo parziale per l’acquisto di un ulteriore mezzo attrezzato. E’ così che al parco mezzi i è aggiunto l’ Oasi Bus II°

 

Vi presentiamo l’équipe degli autisti dell’Oasi Bus:

  • Angelo
  • Cesare
  • Gianni
  • Libero
  • Marco
  • Massimo C.
  • Salvatore
  • Sergio R.

Vi presentiamo l’équipe degli autisti dell’Oasi Car:

  • Dario
  • Elena
  • Ferdinando
  • Franco
  • Gianni
  • Giulio
  • Luigi
  • Marisa
  • Massimo R.
  • Massimo T.
  • Paolo
  • Pietro

 Vi presentiamo l’équipe degli accompagnatori:

  • Chiara
  • Cristina
  • Emanuele

e infine…manutentore / autista.

  • Ferdinando

oasiauto

Oasi bus