h1

LEGISLAZIONE news

In questa pagina inseriremo tutte le novità legislative di interesse generale.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

TRASPORTI PUBBLICI

Dgr 1/8/2014 n. 2275 “Disciplina delle agevolazioni regionali di trasporto pubblico ai sensi del’art. 45, comma 1, della l.r.n. 6/2012 e art. 28 del regolamento regionale n. 4/2014

Il provvedimento descrive, in allegato, le agevolazioni previste a favore dei disabili per l’utilizzo dei trasporti pubblici in Lombardia.

_________________________________________________________

PERCORSI FORMATIVI

Decreto Dirigente di Struttura del 21.6.14 n. 5516 “Approvazione degli avvisi per la fruizione dell’offerta formativa dei percorsi di qualifica triennali di istruzione e formazione professionale, per la fruizione dell’offerta formativa dei percorsi personalizzati per alunni disabili – per l’assolvimento del diritto dovere di istruzione e formazione professionale e dell’offerta formativa dei percorsi di istruzione e formazione professionale (FP) IV anno – anno formativo 2014 / 2015.

Il provvdimento contiene l’allegato 2: “Avviso per la fruizione dell’offerta formativa dei Percorsi Personalizzati per alunni disabili – anno formativo 2014 /2015.

__________________________________________________________

SUPPORTO ALLO STUDIO

Con la DGR n. 1952 del 13 giugno 2014, la Regione Lombardia offre degli aiuti agli studenti disabili, non autonomi, frequentanti le scuole secondarie di secondo grado ed i percorsi formativi di istruzione e formazione professionale.

La normativa prevede uno stanziamento di € 2.233.765,76.

La selezione degli studenti beneficiari avverrà tramite le Provincie.

Per l’accesso alla misura gli studenti dovranno presentare l’ISEE riferito al proprio nucleo familiare che dovrà essere inferiore a € 38.000,00.

Saranno soggetti al contributo i seguenti interventi:

– servizi di trasporto svolti in ambito urbano, in area urbana ed interurbana, anche privati, finalizzati al raggiungimento della sede scolastica

– servizi di assistenza specialistica, anche attraverso mezzi di trasporto attrezzati con personale specializzato, con riferimento alle peculiari esigenze degli studenti con disabilità, ai sensi dell’art. 3 comma 3 della L. 104/92.

__________________________________________________________

RIMOZIONE BARRIERE ARCHITETTONICHE

D.d.u.o. 28 aprile 2014 – n. 3511

L’allegato alla normativa indica “Modalità e criteri per l’attuazione di interventi di rimozione delle barriere architettoniche negli edifici residenziali privati  ai sensi dell’art. 34 ter della L.R. 20.9.1989 n. 6 e della DGR 13.3.2014 n. X/1506”

La Lombardia ha stanziati per gli interventi di rimozione € 4.150.000,00.

Le domande possono essere presentate al Comune ove è situato l’immobile dal 3 giugno al 10 settembre 2014.

La selezione dei soggetti beneficiari avverrà tenendo in considerazione la gravità della disabilità accertata ed il valore dell’indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) del nucleo familiare di appartenenza del soggetto.

________________________________________________________

A PROPOSITO DI INDENNITA’ DI ACCOMPAGNAMENTO…

Pubblichiamo questo breve “riassunto” che ci è stato inviato, sperando di fare cosa gradita a tanti.

Approfondimenti_ICRIC

___________________________________________________________

CONGEDI RETRIBUITI PER L’ASSISTENZA AL FAMILIARE PORTATORE DI HANDICAP GRAVE

 Il Consiglio Regionale della Lombardia con provvedimento: D.c.r. 25 ottobre 2011 n° IX/275 “mozione concernente l’adeguamento della normativa in materia di congedo retribuito per l’assistenza al familiare portatore di handicap grave” ha approvato una mozione che impegna al Giunta Regionale a farsi portavoce presso il Parlamento ed il Governo dell’adeguamento della normativa riferita al congedo retribuito per l’assistenza ai familiari portatori di handicap grave.

Tale adeguamento si rende necessario soprattutto considerato che:

  • le carriere lavorative si sono allungate
  • vi è un’aspettativa di vita più elevata
  • è stata innalzata l’età pensionabile
  • esistono difficoltà di accesso alle apposite strutture residenziali a causa dalla crisi in atto e dei tagli al sistema di welfare che costringono spesso ad un’assistenza obbligata al domicilio.

______________________________________________________

PERSONE IN STATO VEGETATIVO

Con la DGR n° 2124 del 4.8.2011 “Linee di indirizzo per l’assistenza di persone in stato vegetativo: sperimentazione e finanziamento a carico del fondo sanitario” la Regione Lombardia approva le Linee Operative per una corretta diagnosi delle persone in stato vegetativo,  con responsività minimale e affette da Sindrome di Locked-in Conferma inoltre i benefici già riconosciuti alle persone in stato vegetativo, ponendo anche le basi per una più adeguata assistenza a livello domiciliare.

———————————————————————————————-

ALUNNI CON DISABILITA’

La Regione Lombardia ha pubblicato la DGR n°2185 del 4.8.2011 “Determinazioni in ordine al processo di individuazione e accompagnamento dell’alunno con disabilità ai fini dell’integrazione scolastica

Nel provvedimento vengono presentate le “Linee operative” in merito all’argomento.

La normativa, inoltre, apporta qualche leggera modifica ai contenuti della DGR n°3449 del 7.11.2006 “Determinazioni sull’accertamento per l’individuazione dell’alunno con disabilità ai fini dell’integrazione scolastica

___________________________________________________

PIANO D’AZIONE REGIONALE

Con determinazione n° 986 del 15.12.2010 “Determinazione in ordine al Piano d’Azione Regionale per le politiche in favore delle persone con disabilità e alla relativa relazione tecnica” la Giunta della Regione Lombardia ha approvato il Piano d’Azione Regionale per le politiche in favore delle persone con disabilità.

L’obiettivo del piano è “Rafforzare, innovare e coordinare le politiche a favore delle persone con disabilità, per assicurare a ciascuno pari opportunità di realizzazione personale e garantire eventuali standard di qualità della vita”.

La strategia della Regione seguirà tre direttrici principali:

–          Garantire la continuità di risposta lungo tutto l’arco della vita

–          Garantire reale accesso e fruibilità

–          Costruire una rete integrata dei servizi.

——————————————————————————————-

CONTRIBUTI PER L’ACQUISTO DI STRUMENTI TECNOLOGICAMENTE AVANZATI

E’ stata pubblicata il d.d.g. della DG Famiglia, conciliazione, integrazione e solidarietà sociale della Regione Lombardia n° 12948 del 10.12.2010 “Modalità di erogazione dei contributi alle famiglie di persone con disabilità o al singolo soggetto disabile per l’acquisto di strumenti tecnologicamente avanzati ex l.r. 23/99 – assegnazione ed erogazione alle ASL delle relative risorse regionali per l’anno 2010”

Nel provvedimento vengono illustrate l’indicazioni per accedere ai contributi destinati all’acquisto di strumentazioni di vario tipo che favoriscono l’autonomia o la vita indipendente all’interno della propria abitazione.

Le domande devono essere presentate alla ASL territorialmente competente entro il 14 febbraio 2011.

Le domande sono soggette a valutazione e i fondi verranno assegnati in base alla graduatoria fino ad esaurimento del budget. I contributi saranno assegnati nella misura del 70% del costo complessivo dell’ausilio.

——————————————————————————————

Doti Lavoro per persone con disabilità

Con il Decreto dirigente unità organizzativa 6 luglio 2010 n° 6758 (D.G. Istruzione, formazione e lavoro) “Linee di indirizzo per la gestione operativa delle Doti Lavoro persone con disabilità, realizzate nell’ambito dei Piani Provinciali annualità 2010-2012. In attuazione della d.g.r. del 25 novembre 2009 n° 10603 e ss.mm.ii” vengono fornite, in via sperimentale le indicazioni per la corretta gestione e liquidazione delle Doti Lavoro.

“La Dote è un insieme di risorse destinate alle persone con disabilità descritte all’art. 1 c. 1 della legge 68/99 residenti e domiciliate nel territorio provinciale di riferimento della Regione Lombardia, iscritte negli elenchi e/o graduatorie, di cui all’art. 8 della citata legge 68/99 o occupati ai sensi della normativa per il collocamento dei disabili, finalizzate all’inserimento o reinserimento lavorativo, nella riqualificazione professionale e al mantenimento professionale nell’ambito di un percorso personalizzato”

___________________________________________________

Buono Famiglia – (Aggiornamento del 7 aprile 2010)

Con riferimento alla DGR della Regione Lombardia n° 11509 del 24 marzo 2010 “Riapertura dei termini di presentazione alle ASL delle richieste di assegnazione del Buono Famiglia per l’anno 2010,  è possibile chiedere l’erogazione del beneficio Una Tantum di € 1.300. Ampliando le possibilità che erano state previste dalla sotto citata DGR n° 11197/10, i buoni verranno assegnati, fino all’esaurimento delle risorse messe a disposizione, anche a famiglie con figli maggiorenni o senza figli che sostengono il pagamento delle rette di un familiare ricoverato in una struttura residenziale (RSA, RSD, CSS). Per il diritto occorre verificare di essere al di sotto dei limiti di reddito previsti. Il riferimento per inoltrare la domanda è presso gli sportelli territoriali delle ASL.  

Buono famiglia

La Deliberazione della Regione Lombardia n° 11197 del 3.2.2010 “Determinazioni in ordine alle modalità di assegnazione del buono famiglia per l’anno 2010 stabilisce che il Buono famiglia che verrà erogato nel 2010 (€ 1.300) potrà contribuire al pagamento della retta di un familiare, anziano o disabile, ricoverato presso una struttura residenziale della Lombardia.

Per richiedere il buono occorre essere:

  • residenti in Lombardia
  • avere un nucleo familiare con la presenza di almeno un figlio minorenne
  • non superare una certa soglia di reddito (misurata tramite l’indicatore ISR)

La domanda per ottenere il buono deve essere presentata presso gli sportelli territoriali delle ASL dal 15 febbraio al 5 marzo 2010

———————————————————————————————

Soggetti con problemi spicifici di apprendimento (DSA)

La legge regionale 2 febbraio 2010 n° 4 “Disposizione in favore di soggetti con disturbi specifici di apprendimento” prevede disposizioni in favore dei soggetti con disturbi di apprendimento (DSA) quali dislessia, disortografia, disgrafia e discalculia e ha lo scopo di:

  • garantire le condizioni affinché le persone con problemi di apprendimento si realizzino nella scuola, nel lavoro, nella formazione professionale e in ogni altro contesto di sviluppo delle persona
  • promuove la diagnosi precoce
  • promuove specifiche iniziative volte a favorire la riabilitazione, facilitare l’apprendimento, agevolare l’integrazione e le pari opportunità dei soggetti con DSA.

In particolare prevede:

  • interventi per la formazione del personale docente
  • contributi alle famiglie per l’acquisto di strumenti tecnologici per facilitare i percorsi di studio
  • interventi in ambito sanitario
  • pari opportunità nei bandi e nella partecipazione alle prove dei concorsi regionali
  • una programmazione annuale degli interventi a favore delle persone con DSA.

———————————————————————————————-

Eliminazione delle barriere architettoniche

 Il D.d.s. della Direzione Generale Casa e Opere Pubbliche della Regione Lombardia, n° 14032 del 15.12.2009, fornisce  indicazioni per l’accesso ai contributi per l’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici residenziali privati.

La normativa fissa i criteri per l’accoglienza delle domande, finalizzate sia alla ristrutturazione interna che alla ristrutturazione esterna, degli edifici costruiti precedentemente al 1989. Il riferimento per l’inoltro delle domande è il Comune ove è ubicato lo stabile che necessita di superamento o abbattimento delle barriere architettoniche.

——————————————————————————————–

——————————————————————————————–

Domande per il riconoscimento di invalidità civile

La Circolare INPS n° 131 del 28/12/2009 apporta una serie di modifiche per l’inoltro delle domande di riconoscimento dell’invalidità civile.

Dall’1/1/2010 è possibile presentare domanda per l’ottenimento del riconoscimento dell’invalidità civile unicamente all’INPS e unicamente tramite internet.

Per poter inoltrare la domanda l’interessato dovrà:

  1. recarsi da un medico certificatore accreditato (elenco pubblicato sul sito dell’INPS) per l’attestazione della patologia invalidante. Dal medico otterrà: l’attestato di trasmissione del certificato all’INPS che riporta il numero del documento, il certificato medico firmato in originale, l’eventuale certificato di intrasportabilità. La validità della documentazione è di 30 giorni
  2. presentare all’INPS via internet (eventualmente anche tramite un patronato o un’associazione di categoria) domanda di riconoscimento dei benefici
  3. recarsi per la visita medica di accertamento alla ASL nella data che verrà comunicata

 Maggiori informazioni :

tramite il Contact Center INPS al numero telefonico 803164 oppure al sito www.inps.it

———————————————————————————————

Disabili e lavoro

Con la DGR n° 10603 del 25 novembre 2009 la Regione Lombardia ha approvato le Linee di indirizzo a sostegno delle iniziative in favore dell’inserimento socio-lavorativo delle persone disabili.

Vengono individuati quali destinatari meritevoli di particolare priorità alcune tipologie di persone disabili in particolare:

ˆ       le persone con un grado di disabilità certificato superiore al 79%

ˆ       persone disabili provenienti da percorsi di disadattamento sociale (es: ex-detenuti o tossicodipendenti)

ˆ       le persone portatrici di disabilità psichica quali i cittadini in età lavorativa affetti da minorazioni psichiche e portatori di handicap intellettivo che comportino una riduzione della capacità lavorativa superiore al 45%, anche occupati

ˆ       i cittadini disabili iscritti per la prima volta negli elenchi provinciali di cui all’art. 8 della legge 68 del 12.3.1999.

La formulazione del Piano delle iniziative di sostegno viene demandata alla Provincia.

_______________________________________________________

Contributo per assistenza a domicilio

In data 28.9.2009 è stato pubblicato sul Bollettino Ufficiale Regione Lombardia il provvedimento DGR n° 10160 del 16.9.2009.

Con il citato provvedimento la Regione Lombardia riconosce:

–        un contributo mensile di € 500 a tutte le persone in Stato Vegetativo Persistente (secondo DGR n° 6220 del 19.12.2007) assistite al domicilio. Il contributo è cumulabile con l’indennità di accompagnamento

–        il ricovero a totale onere sanitario delle persone affette da malattie del motoneurone (in particolare malate di Sclerosi Laterale Amiotrofica) nelle residenze di lungo-assistenza. In questo secondo caso il beneficio non è cumulabile con l’indennità di accompagnamento.

Per completezza di informazione si ricorda che con precedenti provvedimenti erano già stati riconosciuti:

–        il ricovero a totale onere sanitario delle persone in Stato Vegetativo Persistente

–        il contributo mensile di € 500,00 alle persone con malattia del motoneurone, con perdita di autonomia ed assistite al domicilio.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Annunci

One comment

  1. Volevo solo fare un commento per dirle che sono felice di aver trovato il vostro blog. Grazie



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: